Vai al contenuto
rosario


Il Rosario intero è composto di 20 decine (definite anche come 20 “Misteri”) Mentre Se si pregano solo cinque decine al giorno (una sola Corona), si usa recitare nei seguenti giorni:

Lunedì (Gaudioso o della gioia) – Martedì (Doloroso o del dolore) – Mercoledì (Glorioso o della gloria) – 
Giovedì (Luminoso o della luce) – Venerdì (Doloroso o del dolore) – Sabato (Gaudioso o della gioia) – 
Domenica (Glorioso o della gloria)

 

Come si recita il Santo Rosario

Si faccia il segno della croce e si dica:
O Dio vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo; come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.

1. Si recita il Credo
2. Si recita il Padre Nostro 
3. Si recitano tre Ave Maria per la fede, la speranza, la carità
4. Si recita il Gloria al Padre
5. Si enuncia il primo Mistero e di seguito un Padre Nostro
6. Si recitano 10 Ave Maria
7. Si recita il Gloria al Padre al termine delle 10 Ave Maria

PREGHIERE FINALI:

Salve, o Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve.  A te ricorriamo, esuli figli di Eva: a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Litanie Lauretane (facoltative – le trovi alla fine della pagina)

1 Padre, 1 Ave e 1 Gloria secondo le intenzioni del Santo Padre e per l’acquisto delle Sante Indulgenze.

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o vergine gloriosa e benedetta.

San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii nostro presidio contro le malvagità e le insidie del demonio. Capo supremo delle milizie celesti, fà sprofondare nell’inferno, con la forza di Dio, Satana e gli altri spiriti maligni che vagano per il mondo per la perdizione delle anime.

Il Rosario intero

L’ordine della recita delle Corone è: Misteri della gioia – della luce – del dolore – della gloria per ripercorrere tutta la vita di nostro Signore Gesù Cristo. Per ogni Corona, si enuncia ad ogni decina il “mistero”, per esempio, nel primo mistero: “l’Annunciazione dell’Angelo a Maria”. Dopo una breve pausa di riflessione, si recitano: un Padre Nostro, dieci Ave Maria e un Gloria. Alla fine di ogni decina si può aggiungere un’invocazione. Se si recitano tutte le 4 (o 3) Corone una di seguito all’altra, senza interruzione di tempo:

le PREGHIERE INIZIALI (il Padre, 3 Ave e Gloria)

e le PREGHIERE FINALI (il Salve Regina, le litanie -facoltative- e le intenzioni del Santo Padre)

si possono dire UNA SOLA VOLTA

(Quelle iniziali prima di tutte le Corone, quelle finali dopo aver detto tutte le 4 (o 3) Corone.)

Se la recita delle Corone è suddivisa nella giornata, come spesso avviene, è bene dire sia le preghiere iniziali che quelle finali all’inizio e alla fine di ogni Corona.

PREGHIERE INIZIALI:

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

O Dio vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

(1 Padre nostro, 3 Ave Maria, 1 Gloria) (facoltativi)

PER OGNI DECINA:

Padre Nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non abbandonarci alla tentazione ma liberaci dal male.

Amen

(10) Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte.

Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli.

Amen.

PREGHIERE FINALI:

Salve, o Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva: a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Litanie Lauretane

(la recita è facoltativa, ma raccomandata)

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,

perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
ascoltaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.

Prega per noi, Santa Madre di Dio.
E saremo degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo.

Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito, per la gloriosa intercessione di Maria Santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

1 Padre, 1 Ave e 1 Gloria secondo le intenzioni del Santo Padre e per l’acquisto delle Sante Indulgenze

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o vergine gloriosa e benedetta.

San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii nostro presidio contro le malvagità e le insidie del demonio. Capo supremo delle milizie celesti, fà sprofondare nell’inferno, con la forza di Dio, Satana e gli altri spiriti maligni che vagano per il mondo per la perdizione delle anime.